Apertura Netflix

Netflix, boom di abbonati nel primo trimestre con il lockdown globale

Netflix in calo a Wall Street nonostante il balzo degli abbonati con i lockdown a livello mondiale. Il colosso della tv in streaming è una delle aziende vincenti durante l'emergenza coronavirus.

Com’era prevedibile, gli abbonati di Netflix continuano a crescere e ciò ‘grazie’ alle misure restrittive imposte dai vari governi che impongono alla gente di restare a casa per contenere la diffusione dell’epidemia di coronavirus.

Il colosso dello streaming, infatti, ha annunciato nella tarda serata di ieri – martedì 21 aprile – che gli abbonati sono aumentati di 15,77 milioni di unità a 182,86. Si tratta di un balzo del 22,8% dai 148,86 milioni di abbonati di un anno fa e oltre il doppio di quanto aveva stimato in precedenza.

L’azienda ha attribuito l’accelerazione «temporanea» nella crescita degli abbonati alle varie forme di quarantena. Netflix stima di aggiungere altri 7,5 milioni di abbonati il prossimo trimestre ma avverte che l’incertezza è elevata e che il numero «potrebbe essere nettamente al di sotto o al di sopra» della stima. Per i tre mesi conclusi il 31 marzo del 2020, Netflix ha visto gli utili salire a 709 milioni di dollari, o 1,57 dollari ad azione, dai 344 milioni di dollari, o i 76 centesimi ad azione, dello stesso periodo dell’anno precedente.

Il fatturato è aumentato a 5,77 miliardi di dollari dai 4,52 miliardi di dollari del primo trimestre del 2019. Le attese erano per un utile ad azione pari a 1,65 dollari su vendite trimestrale pari a 5,76 miliardi di dollari. Nell’afterhours il titolo guadagnava l’11%. Però, nonostante il balbo degli abbonati, i titoli Netflix hanno perso a Wall Street il 4,2%.

LEGGI ANCHE: Torna 4 Ristoranti di Alessandro Borghese. Si parte da Venezia.

Seguici su Facebook