Disney+

Su Disney+ i segreti dei film: da Mary Poppins a Nightmare before Christmas

Oggetti di scena è la nuova docuserie che debutta su Disney+ il primo maggio. Protagonisti i segreti dei film Disney più famosi.

Viaggi in capolavori come Mary Poppins, Chi ha incastrato Roger Rabbit? o Nightmare before Christmas ma anche in saghe e blockbuster come Tron, Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi, Le Cronache di Narnia, The Muppet Movie, I Pirati dei Caraibi.

Questo è il percorso in otto puntate di Oggetti di scena, la nuova docuserie che debutta su Disney+ il primo maggio. A guidarci tra straordinari ‘pezzi’ di set, uniti a aneddoti, scoperte, e tanti incontri emozionanti con alcuni degli artisti che hanno lavorato ai film, da Henry Selick per Nightmare before Christmas a Kathleen Turner per ‘Chi ha incastrato Roger Rabbit?’, è Dan Lanigan, grande collezionista di cimeli Disney, al quale viene permesso di curiosare negli archivi della Casa madre di Topolino.

La serie è aperta dall’episodio su Mary Poppins, che fra presente e passato, ci riporta ad oggetti come l’ombrello con la testa di pappagallo, la magica borsa di tappeto della protagonista o la palla di vetro con la miniatura della cattedrale di San Paolo a Londra. Si emoziona, fra gli altri, lo scenografo e costumista del film, Tony Walton, che è  stato anche primo marito di Julie Andrews, rivedendo gli abiti creati per l’attrice. «Tutto questo mi riporta a quel periodo e all’immagine di Julie sul set con nostra figlia (Emma, nata pochi mesi prima dell’inizio delle riprese)».

Per Nightmare before Christmas (1993), prodotto e ideato da Tim Burton e diretto da Henry Selick, il geniale regista, allora al debutto nella regia di un lungometraggio spiega di non aver sentito la pressione: «Il fattore di divertimento e libertà era molto alto con Tim – dice Selick, mostrando fra le sculture/modelli che ha in casa, Jack sulla sua slitta vestito da Babbo Natale -. Ancora oggi a Halloween vedo tanti bambini mascherati da Jack. Dopo tanti anni, è straordinaria la sensazione di sentirsi parte di qualcosa che resta nel mondo dell’entertainment».

LEGGI ANCHE: Elephant su Disney+: la speranza di Meghan Markle, la voce narrante

Seguici su Facebook